Samsung annuncia Solve for Tomorrow, per insegnare agli studenti come diventare cittadini digitali responsabili

on 26-10-2021
Share open/close
URL copiato.

Il progetto fa parte del Protocollo d’Intesa che l’azienda ha siglato con il Ministero dell’Istruzione volto a sostenere la diffusione di competenze digitali

Solve for Tomorrow è aperto a tutte le scuole di ogni ordine e grado in tutto il territorio italiano

 

Samsung Electronics Italia, in occasione dell’avvio del nuovo anno scolastico, ha annunciato oggi Solve for Tomorrow, progetto rivolto alle scuole di ogni ordine e grado volto a sensibilizzare gli studenti a un uso sicuro delle piattaforme digitali e delle nuove tecnologie, affinché possano crescere cittadini digitali responsabili.

 

Negli ultimi anni il digitale ha infatti assunto una rilevanza sempre maggiore nelle nostre vite: dalle comunicazioni all’intrattenimento, dall’informazione allo studio, dai pagamenti ai nuovi servizi. Questa pervasività del digitale deve essere accompagnata da una conoscenza sempre più approfondita, nel nome della consapevolezza, della sicurezza e del suo pieno utilizzo, soprattutto tra i giovani.

 

L’iniziativa rientra nel Protocollo di Intesa siglato da Samsung Electronics Italia nel 2019 con il Ministero dell’Istruzione, volto a sostenere tra gli studenti nel nostro Paese la diffusione di competenze digitali e trasversali, in linea con gli obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite che si propongono di promuovere un’istruzione di qualità per tutti.

 

“In questo ultimo periodo, le nuove tecnologie sono entrate nella nostra vita in modo dirompente, soprattutto tra i ragazzi che, in un momento di socialità limitata come quello appena trascorso, hanno interagito molto di più online che offline. Per farlo in sicurezza, occorre essere preparati, a tutte le età. Il digitale non deve essere fonte di pericolo, ma deve essere uno strumento su cui i nostri ragazzi possano fare leva per cogliere nuove opportunità e farsi promotori di un cambiamento positivo nel mondo. Con Solve for Tomorrow mettiamo a disposizione le nostre competenze e la nostra esperienza per affiancare i docenti delle scuole italiane a promuovere una cultura digitale, insegnando ai ragazzi come utilizzare i nuovi strumenti con consapevolezza” ha commentato Anastasia Buda, Corporate Citizenship Manager di Samsung Electronics Italia.

 

Solve for Tomorrow si traduce in training diversificati per età, che includono lezioni teoriche ed esercitazioni pratiche: studenti e docenti possono accedere gratuitamente a contenuti educativi online sul tema della cittadinanza digitale, affinché le nuove generazioni possano acquisire senso critico e crescere responsabili, rispettose delle norme comportamentali presenti nell’ecosistema digitale, in grado di valutare accuratamente le molteplici informazioni proposte dalla Rete, capaci di utilizzare i servizi digitali sia per il progresso personale che della società, tutelando la propria privacy e il proprio benessere fisico, psicologico e relazionale.

 

Nello specifico, parte dei contenuti e dei laboratori destinati agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado sono sviluppati con la collaborazione degli esperti di Randstad, azienda Leader nelle risorse umane

 

Questa scelta ha l’obiettivo di avvicinare gli studenti alle competenze e alle professioni legate in particolare alla sostenibilità, di cui il lavoro è un elemento fondante non solo in termini costituzionali, ma anche in termini di visione e opportunità.

 

“Nell’ambito della nostra partnership con Samsung Italia siamo onorati di poter contribuire a Solve for Tomorrow avvicinando gli studenti alle competenze per l’occupabilità, alla transizione digitale nonché alla sostenibilità, di cui il lavoro è un elemento fondante non solo in termini costituzionali, ma soprattutto di crescita e di continuità” ha dichiarato Fabio Costantini, Amministratore Delegato di Randstad HR Solutions.

 

Tutti i contenuti sono liberamente fruibili e consultabili per tutti coloro che vorranno partecipare al progetto su BricksLab, la piattaforma indipendente per la didattica digitale che permette a docenti e studenti di ricercare i materiali, consultarli, assemblarli in lezioni o schede didattiche e condividerli per un’esperienza di conoscenza innovativa e coinvolgente.

 

Dopo una prima parte teorica, le classi possono poi cimentarsi in un project work a tema educazione civica digitale, più semplice per i ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado, più strutturato per quelle di secondo grado che consenta loro di mettere in pratica quanto appreso e acquisire principi e norme che regolano la realtà digitale.

 

I ragazzi delle scuole secondarie di primo grado saranno invitati a sviluppare un’idea che possa promuovere attivamente una cultura della cittadinanza digitale a una comunità sempre più estesa, fatta per esempio di altri studenti, famiglie, amici, il proprio quartiere; i ragazzi delle secondarie di secondo grado, invece, saranno chiamati a ideare una soluzione innovativa in grado di rispondere a un problema reale legato al proprio territorio e che possa essere trasformata in un progetto imprenditoriale concreto.

 

Ettore e il Labirinto del Vegotauro, un libro sull’educazione civica digitale creato ad hoc per le scuole primarie

 

I docenti delle scuole primarie potranno fare leva su contenuti semplificati per insegnare agli studenti più giovani le prime nozioni sul digitale. Bambini e docenti si cimenteranno infatti nella lettura di Ettore e il Labirinto del Vegotauro – scritto da Francesca Petrucci e illustrato da Sara Franci – racconto ispirato al mito greco del Minotauro, realizzato da Samsung in collaborazione con Pacini Editore, specializzato in narrativa per l’infanzia. I protagonisti del racconto diventano guide che aiutano i bambini a districarsi nel labirinto della cittadinanza digitale.

Nella seconda fase del progetto, gli studenti saranno chiamati a elaborare una proposta creativa per completare le esperienze del protagonista della storia, inventando nuovi sviluppi della narrazione o suggerendo altri temi di approfondimento, sempre nell’ambito della cittadinanza digitale.

 

«Siamo orgogliosi di partecipare a questo prestigioso progetto volto a sostenere la diffusione di competenze digitali, obiettivo fondamentale anche per Pacini Editore. La nostra collana “Piccola narrativa” infatti tocca temi di grande attualità e utilità sociale, grazie alla stretta collaborazione con Samsung Electronics Italia la abbiamo arricchita con questa pubblicazione, che segue le due precedenti uscite, una delle quali in CAA (comunicazione aumentativa alternativa): l’inclusività e la formazione educativa sono alla base di una cultura realmente democratica che ci proponiamo di voler diffondere con la nostra attività editoriale» così Patrizia Alma Pacini, amministratore delegato Pacini Editore.

 

Samsung Solve for Tomorrow è un progetto che rientra a pieno titolo nella vision di Corporate Social Responsibility di Samsung “Together for Tomorrow! Enabling People”. Offrendo momenti di formazione a vari livelli, Samsung è al fianco di studenti, insegnanti, universitari per aiutarli ad acquisire le competenze fondamentali legate al mondo dell’innovazione e del digitale, per favorire lo sviluppo di soft skill e l’inserimento nel mondo del lavoro e per permettere agli innovatori di domani di raggiungere il loro pieno potenziale e diventare i nuovi leader che guideranno i processi di evoluzione positiva in ambito sociale.

 

Per partecipare, le scuole dovranno accedere a questo link per tutte le info sul progetto e le modalità di iscrizione:  https://www.samsung.com/it/campaign/solve-for-tomorrow/

Media center > Comunicati stampa

Azienda > Responsabilità sociale

Scarica

  • IMG_mobile.jpg

  • IMG_landing.jpg

In caso di problemi relativi al servizio clienti, accedere a samsung.com/it/support per ricevere assistenza.
Per richieste di informazioni, i media possono contattare ufficio.stampa@samsung.com.

Scopri le ultime notizie su Samsung

Ulteriori informazioni
Vai all'inizio